\\ Home Page : Articolo : Stampa
Nuovo sceneggiatore cercasi
Di M. Cazora (del 15/07/2014 @ 02:55:16, in Parole senza deferenza, linkato 1020 volte)
Questo Paese meriterebbe un'altra sceneggiatura, per 50 anni si è scritto solo di mafia, di stragi, di omicidi. La poca fantasia ha portato chi scrive a raccontare sempre lo stesso finale, tanti morti innocenti e mai nessun colpevole. Negli ultimi 20 anni si è cercato di cambiare rotta, idee nuove, si è passati dal tragico al grottesco, ma anche in questo caso con scarso successo e riconoscimenti da parte della critica. C'è da dire che nonostante tutto in questi 70 anni di storia repubblicana il botteghino non ha mai risentito della crisi, gli spettatori sono sempre corsi in massa all'uscita di ogni novità. Ciò nonostante sarebbe bello trovare qualcosa di nuovo, ma l'Italia scarseggia di bravi sceneggiatori, con idee innovative e soprattutto coraggiose. Sapersi reinventare, saper cambiare farebbe bene non tanto al pubblico che non è certo dotato di palato fine, ma renderebbe merito ad una terra sì massacrata nei decenni, ma ancora splendida e capace di donare meraviglia a chi la visita per la prima volta, che stranamente se ne innamora e non vede l'ora di tornare. E' l'unica ed ultima speranza per non veder morire un patrimonio dell'umanità. Noi che abitiamo questo luogo antico e prezioso, dovremmo ricevere lezioni di beltà, questo ci permetterebbe di riappropiarci di una terra per secoli invasa e governata dagli altri che sapevano godere di ogni stilla di ricchezza lasciando al popolo sempre le briciole. Dio ha sceneggiato il mondo intero, perfino l'Italia, ora non resta che trovare dei bravi seguaci, capaci di scrivere su un foglio bianco finalmente qualcosa di originale, continuare ad usare fogli scarabocchiati sarà come usare la carta carbone, qualcosa di vecchio e di già visto resta sempre.