\\ Home Page : Articolo : Stampa
Attendesi nuovo Gesù alla prossima fermata, ma siamo arrivati al capolinea.
Di M. Cazora (del 28/07/2014 @ 02:46:53, in Parole senza deferenza, linkato 1734 volte)
GAZA - In una telefonata Barack Obama ha chiesto a Benjamin Netanyahu di accettare una la richiesta di una "tregua umanitaria immediata e senza condizioni", aggiungendo, per rassicurare Israele, che ogni duratura soluzione al conflitto israelo-palestinesie deve prevedere il disarmo di Hamas e di tutti i gruppi attivi nella Striscia di Gaza, che deve essere completamente demilitarizzata. Per l'amministrazione Usa il cessate il fuoco è un "imperativo strategico", per "la necessità di stabilire un cessate il fuoco umanitario immediato, senza condizioni per arrivare a una cessazione definitiva delle ostilità. Qualsiasi soluzione duratura al conflitto israelo-palestinese deve garantire il disarmo dei gruppi terroristici e la smilitarizzazione di Gaza". Obama continua a prendere per il culo il mondo e a voler sacrificare vite umane. Dietro quest'apparente segno di forza, si cala sempre le braghe di fronte ad Israele. Così come in Siria prima e a Gaza ora sembra garantire la pace, di contro obbliga i nemici di Israele a disarmarsi, come fossero loro il pericolo mondiale. Il popolo israeliano trova perfetto il comportamento del proprio Presidente, il carnefice Netanyahu per il 86,5%. Quando si dice il popolo, israeliani brava gente, prima erano solo i sionisti, ora il dominio mondiale fa gola a tutti mentre il demonio gongola. Ebrei e cristiani credono nello stesso Dio, forse la differenza la fanno Gesù Cristo e la Madonna, loro l'aspettano ancora. Prima hanno crocefisso Gesù, ma ora l'aspettano perché quell'uomo era solo un impostore. Dopo oltre 2000 anni, dopo quanto gli è stato fatto, Gesù dovrebbe arrivare per loro, così tanto osservanti dei Comandamenti di Dio. Ci abbiamo già pensato noi cristiani a fargli passare la voglia durante tutti questi secoli. La clemenza di Dio è immensa, ma fossi in qualcuno comincerei a nutrire qualche dubbio.