\\ Home Page : Articolo : Stampa
Diana Martire e Santa
Di M. Cazora (del 22/07/2022 @ 00:52:20, in Parole senza deferenza, linkato 30 volte)
La bimba lasciata morire sola e di stenti ci racconta di come un essere umano sia capace di atrocità che forse neanche il demonio metterebbe in atto. Non ci si riesce a soffermare al pensiero di quanto possa mai essere accaduto in quella stanza sotto gli unici occhi di Dio, che deciso per il libero arbitrio ci lascia compiere atti umani e disumani in attesa del Giudizio Universale. Perché trascorsi i primi secoli dopo Cristo la Chiesa non prevede più il martirio nell’ epoca moderna? Perché relegare questa storia tra le tante di ogni giorno anche se terribili? Poichè questa piccola non avendo consapevolmente deciso di morire in nome di Cristo non merita di essere descritta come tale? A quell'età si puà scegliere? Non merita forse questa storia che il significato di martire secondo il cristianesimo possa essere rivisto ed ampliato Non sono nessuno, una voce nel deserto sasrebbe più efficace ed avrebbe maggiori possibilità di essere ascoltata, ma io mi rivolgo al Santo Padre che rappresenta Dio su questa terra, mi rivolgo quindi al Padre mio. Papa Francesco perché? Ci spaventa sempre l’idea di morire, ancor di più morire soli, quanto accaduto, a quale sentimento umano appartiene? possiamo forse immaginare cosa abbia provato a soli 16 mesi? Impossibile probabilmente anche per la medicina moderna conoscere la reazione di un esserino tanto piccolo. Confesso di non aver forse mai provato tanto sconcerto immediato e tanto dolore pur sapendo bene ahimè di cosa siamo capaci. Incapace di augurare una qualunque punizione a quella che dovremmo chiamare sua madre, spero solo e riesco ad immaginare che un angelo senza ali ora le abbia messe e che la gente possa pregarla per chiederle aiuto, grazie, miracoli come si fa con i Martiri e Santi, certo che saprà rispondere. Quanti bambini ogni giorno vivono e muoiono da martiri, è una tortura per l’anima che li immagina e li pensa senza conoscerli e senza sapere, ma oggi parliamo di lei di Diana, figlia di qualunque Dio. L’unica cosa che mi rimane da chiedere rievocando la famosa scena di un film è chiedere: Signore perché?