\\ Home Page : Articolo : Stampa
http://nottecriminale.wordpress.com/2011/05/23/giovanni-falcone-uomo-d’onore-e-cosa-nostra/
Di M. Cazora (del 25/05/2011 @ 16:52:17, in parole senza deferenza, linkato 729 volte)
‎"Averlo ucciso significa aver ammesso che la giustizia ha fatto paura, significa aver ammesso che la giustizia ha varcato il territorio mafioso scoprendone le carte". Falcone prima e Borsellino dopo, si erano immessi in una strada buia, che non li avrebbe portati a scoprire solo l'essenza della mafia, della mafiosità, quella strada li avrebbe portati a scoprire cose sino ad allora impensabili e non mi riferisco ai rapporti mafia-politica, ma bensì a qualcosa di troppo grande per loro e per chiunque altri. La loro morte, la loro uccisione ha un evidente nesso con quanto accadrà da li a breve: tangentopoli. Abbiamo avuto una sorte di cancellazione del pregresso, attraverso una fase nuova che avrebbe dovuto cancellare dalle nostre menti ciò che era stato il nostro paese sino ad allora, i delitti, le stragi ecc.. Così non è stato, il piano è riuscito solo in parte, ma è anche vero che se oggi abbiamo molti elementi in più, nessun magistrato finora ha avuto la possibilità o il coraggio di raccontare e dimostrare la verità!