\\ Home Page : Articolo : Stampa
Tanto rumore per nulla
Di M. Cazora (del 28/10/2012 @ 02:54:00, in Parole senza deferenza, linkato 667 volte)
Sto per dire qualcosa che tutti troveranno folle: la condanna di Berlusconi, è stato un grandissimo favore a Berlusconi. Cerco di spiegarne il perché, oggi l'uomo ormai volontariamente e forzatamente defilato, può tornare a gridare al complotto ed altrettanto è concesso a tutta la sua parte politica. L'uomo non andrà mai in carcere, anche in caso di sentenza definitiva e lo sappiamo, però continuando sulla via del martirio è sempre pronto a giustificare le sue "non malefatte". Un uomo che ha frodato il fisco per decine di milioni di euro ci ha governato per quasi 20 anni (neanche in sudamerica). Nessuno però si è accorto di quanto successo abbia salvato lui, la sua famiglia e la sua azienda, hanno assolto Fedele Confalonieri, la vera anima del gruppo Mediaset e non solo. La sua assoluzione (scandalosa), poiché tutto passa attraverso le sue sporche mani lo ha salvato da un arresto certo, che avrebbe condotto non solo la società, ma anche le altre collegate, come ad esempio Mondadori, nel baratro senza fine ed avrebbe sancito il fallimento dell'impero berlusconiano. Ma il buon Fedele, oltre ad esser un cane fedele, è un uomo di immenso ed oscuro potere, la sua forza è tanto grande da rendersi simpatico perfino alla "sinistra", uno dei motivi che hanno portato l'Ulivo a non fare una legge sul conflitto di interessi. Mediaset ringrazia vivamente i magistrati per il lavoro svolto e il Pdl può ancora una volta sentirsi legittimato a gridare all'orrore della magistratura, orrore che grido anche io ma per motivi diversi. Ancora una volta, evviva il consociativismo, ma bravi gli attori, protagonisti e comparse, a mettere in scena una grande piece politico-teatrale.