\\ Home Page : Articolo : Stampa
Quando il male non conosce confini
Di M. Cazora (del 06/11/2013 @ 14:02:14, in Parole senza deferenza, linkato 633 volte)
"I miei figli dicono di sentirsi come dovevano sentirsi le famiglie ebree in Germania durante il regime di Hitler. Abbiamo davvero tutti addosso". Quali esseri tanto ignobili e schifosi, senza anima, con l'atroce egoismo nel cuore e nell'essere, possono paragonarsi alle vittime ebree? Quando venivano deportati i figli piccoli venivano immediatamente uccisi e così le donne e gli uomini non in grado di lavorare, gli altri "fortunati" finivano nei forni crematori dopo sofferenze troppo grandi perché un essere umano possa comprenderle. Che Dio possa infliggervi le pene eterne senza alcuna pietà! Ma la cosa più triste è che quando morirà il capostipite di cotanto male, resteranno i figli a gettarlo sulla gente ed in tanti ancora pagheranno.......