vai alla home pagei perchè del nostro progettomettiti in contatto con lo staffcommenti e suggerimenti...vai alla home page
 
\\ Home Page : Storico : Parole senza deferenza (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di M. Cazora  17/12/2012, in Parole senza deferenza (569 letture)
AFGHANISTAN, STRAGE DI BAMBINE Urtano mina antiuomo, muoiono 10 bambine Esplosione a Nangarhar, vittime hanno tra i 9 e gli 11 anni Una seconda bomba è scoppiata alla periferia di Kabul. Queste 10 bambine sono morte a causa degli americani, ma per loro nessuno aprirà i TG poiché loro sono diverse! Come al solito chi non è americano vale molto meno sia da vivo che da morto, quello che gli stolti non sanno è che questo vale così per loro ma non per Dio.
 
Di M. Cazora  09/12/2012, in parole senza deferenza (500 letture)
E se Monti dopo essere salito al Quirinale per rassegnare le dimissioni, ci risalisse qualche mese dopo in qualità di Presidente della Repubblica, così da continuare a farsi garante ecumenico delle direttive europee?
 
Uccisa dall'ex compagno a coltellate. Lisa Puzzoli aveva 22 anni. Lo aveva già denunciato tre volte. All'origini dei litigi l'esame del Dna per il riconoscimento della figlia. Anche stavolta, una tragedia annunciata. Non mi va più di schifarmi, le forze dell'ordine ed p.m. li ritengo colpevoli e debbono cominciare a pagare per le proprie colpe! La legge sulla responsabilità civile dei magistrati la pretendo! Abbiamo dimenticato, ma ogni tanto lo ricordiamo solo per ripetere una cantilena il referendum che io ho votato nel 1987 e la mia amica Silvia Tortora, ricorderà bene che suo padre Enzo si batte per la riforma della giustizia. Da allora non c'è mai stata una sola sentenza sfavorevole a magistrati, forse poiché a causa della legge Vassalli, nessuno pensò bene di non perdere tempo in una causa inutile. Esistono però provvedimenti disciplinari che consentirebbero di punire un qualunque membro delle forze dell'ordine. Non si può più permettere che ci si ritrovi puntualmente di fronte a morti annunciate senza nessun colpevole al di fuori dell'omicida! Provate per un attimo a fermarvi a pensare al dramma umano di quella ragazza morta per la stoltaggine di esseri umani, pensate alla bimba di 2 anni che non avrà mai genitori, pensate ai familiari, agli amici. Questo non accade in Uganda ma nella nostra santificata Italia, molti abitanti dei quali sono orgogliosi di farne parte o pensando di essere alla moda glorificano il tricolore e l'inno, simboli sporchi di un Paese fetido capace di esalare solo il suo ultimo respiro, dando addio ad una democrazia mai assaporata!
 
Di M. Cazora  19/11/2012, in parole senza deferenza (510 letture)
Prima della guerra in Afghanistan, la droga importata da quel paese negli USA era pari al 7% del totale, oggi è arrivata attraverso una curiosa coincidenza, addirittura al 60%! Ma capisco che gli americani in quel territorio non possano fare tutto, hanno portato la democrazia, hanno per anni cercato Bin Laden nelle caverne, mentre lui stava comodamente in Pakistan, continuano con risultati strabilianti a garantire la sicurezza dei cittadini, tanto che ormai da anni non sentiamo più notizie di militari morti e civili saltati per aria a causa di quello che ormai è solo un lontano ricordo, le autobombe o le bombe umane. In un territorio dalla vegetazione imponente e per nulla desertico, è impossibile accorgersi pure delle coltivazioni di eroina, cocaina, ecc., in fin dei conti un aumento tanto radicale passerebbe inosservato a chiunque!
 
Dal Corriere della sera: Un escalation come non se ne vedevano da quattro anni: Israele, dopo aver ucciso, con un'operazione chirurgica il comandante militare di Hamas, Ahmed Al-Jaabari nel pomeriggio, ha effettuato in serata numerose incursioni aeree nella Striscia di Gaza, pare anche da navi al largo nel Meditrerraneo. Secondo fonti palestinesi, il totale delle vittime, tra tutti i raid, ammonta a otto. - Gli Stati Uniti «sorvegliano da vicino» l'evoluzione della situazione a Gaza ribadendo il pieno sostegno al diritto di Israele di «difendersi contro il terrorismo»: lo ha dichiarato mercoledì un portavoce del Pentagono. «Siamo al corrente, sorvegliamo da vicino la situazione», ha detto il tenente colonnello Stephen Warren. «Siamo solidali con il nostro partner israeliano, nel suo diritto di difendersi contro il terrorismo», ha aggiunto. Israele ha lanciato due giorni fa un missile contro la Siria, non accadeva dal 1973, si stanno preparando assieme agli "amici" americani, a portare nel mondo intero una nuova guerra. Annunciata da tempo, in attesa dell'elezione del nuovo Presidente statunitense, cominciano ora a vedersi i primi segnali. Quando capiremo che USA e sionismo non sono esportatori di democrazia, ma piuttosto portatori di genocidi con la vile complicità del mondo intero? Quando capiremo che il potere di Israele è tale da condizionare la superpotenza per eccellenza? A nulla sono serviti ammonimenti dell'ONU e la sua richiesta di riconoscimento dello Stato palestinese. Tutti osservano in silenzio e subiscono un'arroganza senza fine. Gli unici che dopo aver subito l'onta di Pearl Harbour, sono stati capaci di reagire colpendo milioni di incolpevoli giapponesi con due bombe atomiche, oggi si ergono a paladini ed unici proprietari di verità e di giustizia, al punto da decidere chi possa dotarsi di armi nucleari e chi no. Sono molti i Paesi che le posseggono, ma solo gli USA le hanno lanciate, siamo proprio sicuri che proprio loro detengano il metro di giudizio migliore, ma soprattutto perché gli è stato colpevolmente conferito? Che ci crediate o meno preparatevi, quello cui stiamo assistendo è nulla rispetto a ciò che seguirà. L'anticristo è nato e si è messo subito all'opera, non ci rimane che combatterlo tenendo sempre accanto a noi Dio, l'unico che possa salvarci dall'inferno su questa terra.
 
Da tanto, troppo tempo tutti i partiti dell'arco costituzionali si dichiarano pronti ad una riforma. La riforma del sistema elettorale è davvero necessaria e lo è divenuta in modo sempre più stringente ed assordante perché la chiede a gran voce il popolo italiano. La verità è che tutto ha inizio dall' era Berlusconi, capace più di ogni altro assieme all' UDC, di presentare soggetti impresentabili, c'è poco da fare, ma quando un leader di partito permette questo la cosa è dovuta essenzialmente a tre cause, la prima dal fatto che non può fare a meno di tutelare tali persone dalla galera, la seconda risiede nel fatto che molto spesso costoro sono grandi portatori di voti ed infine l'aspetto forse più oscuro è che i leader sono ricattabili da parte dei nominati. A questo problema ormai assillante ognuno presenta le proprie soluzioni e continue correzioni per giungere ad un compromesso che soddisfi tutti e che porti assolutamente ad un dato di fatto concreto che non può più attendere di essere realizzato. Ma attenzione, al peggio non c'è mai fine, per cui una nuova legge elettorale purché sia è estremamente pericoloso. Ad esempio da tempi non sospetti, il partito di Casini ha un irrefrenabile voglia di tornare al proporzionale con le preferenze, Pier è un nostalgico della Democrazia Cristiana ed in effetti riesce a reincarnarla con i più loschi figuri che hanno rappresentato quell'epoca da protagonisti o da semplici servi. Siamo passati a quella che ingiustamente abbiamo definito seconda repubblica e questo è stato causato da due effetti, tangentopoli ed il passaggio dal sistema proporzionale a quello maggioritario. Peccato che la prima sia stata utile a togliere di mezzo alcuni uomini ed il secondo sia stato poi stravolto tanto da non sapere più che tipo di Repubblica abbiamo realizzato. Tangentopoli è stata un passaggio "necessario" che abbiamo vissuto con molto ardore, purtroppo non la abbiamo mai analizzata storicamente e politicamente, al punto che il cittadino ne ha in mente una sola lettura, la più banale e la più comoda: erano tutti ladri e meritavano la galera! Il popolo italiano sempre fortemente ipocrita e voltagabbana; stessi difetti che attribuisce ai politici; aveva ahimè goduto per decenni dei favori di coloro che meritavano la gogna, inoltre li avevano sempre votati. Cos'è cambiato a distanza di 20 anni? Nulla, ci ritroviamo alla casella ricomincia da capo! Se da una parte all'inizio si eleggeva il Parlamento con sistema maggioritario, dall'altra parte si continuava in tutte le Regioni,Comuni, Province e Municipi, a votare con le preferenze, del risultato di questo capolavoro ce ne accorgiamo solo ora che si sono scoperchiate con il timer, le magagne di Lombardia e Lazio. Nel nostro belpaese non possiamo disconoscere una realtà acclamata dai fatti e non dalle ipotesi, il popolo che ogni volta si finge indignato e schifato vota regolarmente e maggiormente i figuri più loschi che la politica italiana e partitica riesca a sfornare, di conseguenza qualcuno dovrebbe trovare il coraggio non trovato da nessuno all'epoca di tangentopoli, per dire che non siamo tanto maturi ed onesti nello sceglierci da soli il candidato da votare. Ma il nostro è un paese che non ha mai tratto lezioni dalle esperienze. Dobbiamo invece chiaramente affermare che se un politico ruba e spende cifre che vanno aldilà persino di quanto guadagnerà in un'intera legislatura, allora qualcosa non funziona. Ho vissuto diverse campagne elettorali nel corso della mia vita precedente e posso dire con estrema franchezza che il cosiddetto voto di scambio non interviene solo tra malavita e politico, il popolino "impegnato" politicamente, ha sempre messo a disposizione il proprio pacchetto di voti al maggior offerente e così erano rari i casi in cui si votava l'uomo per quello che realmente valeva e molto frequenti i casi in cui erano i più forti ad essere eletti, anche per quel motivo abbiamo visto per decenni sempre le stesse facce ed alcune continuiamo a vederle. Insomma temo che per un Paese come il nostro ed un popolo come il nostro, il male minore sia quello di tornare a votare con i collegi uninominali e sarebbero gradite primarie da parte di tutti. Quello che dobbiamo fare; anche se non piacerà il fatto che io lo dica e con forza; è cercare in ogni modo di non fornire più alibi ai cittadini ipocriti che fingono di non aver mai votato chi ci porta alla rovina. Un po' come il dopo Piazzale Loreto, erano sempre stati tutti antifascisti, si può trovare il coraggio di dire basta ad un popolo quando questo si dimostra un popolo cialtrone!
 
Di M. Cazora  13/11/2012, in Parole senza deferenza (517 letture)
Vorrei sottoporre una riflessione a tutti noi, no, non intendo parlare di politica, anche perché su FB è l’esercizio più comune, anche se curiosamente ogni giorno a tante parole su un social network, non corrispondono le stesse reazioni nella vita reale. Desidero invece provare assieme a voi un esercizio diverso. Molto spesso quando ci troviamo a dover rispondere se siamo cattolici, rispondiamo un po’ tutti allo stesso modo: “sì, ma non osservante”, questo ci teniamo a puntualizzarlo quasi a voler giustificare un nostro atteggiamento nei confronti della religione, che se vogliamo ci fa sentire un leggero senso di colpa, rispetto a poche regole da seguire, andare a messa, confessarci e così via. Mi chiedo, quanti cattolici dando quella risposta così comune, riescano a riflettere riguardo almeno quella che dovrebbero più semplicemente, ma più faticosamente l’osservanza cristiana, quanti di noi infatti oltre a non osservare riti se vogliamo anche un po’ pagani, non sono osservanti perché si riconoscono egoisti, vuoti, privi di rispetto verso il prossimo, incuranti della sofferenza altrui, incapaci di comprendere quando qualcuno sta realmente peggio di noi, quanti si parlano addosso incapaci di ascoltare gli altri poiché solo noi abbiamo qualcosa d’importante da dire, quando rubano ma per loro è diverso, non sono politici, malvagi, opportunisti, vili, bugiardi, ipocriti, disonesti intellettualmente. Alla fine di questo breve elenco, quanti di noi si riconoscono nella mancanza dell’osservanza, non per motivi banali, ma molto più tristemente perché non riescono a mettere in atto nel corso della propria vita, quanto Gesù ci ha insegnato, trasmesso, dimostrato, sacrificando la propria vita per figli ingrati? Già dimenticavo, anche 2.000 anni fa l’essere umano scelse un ladro da salvare ed un “uomo” buono da sacrificare. Però ci lamentiamo quotidianamente rimpallando le nostre responsabilità sempre su qualcun’altro e pretendiamo un Paese migliore, dei politici migliori, un mondo migliore ed un futuro migliore. Se siamo arrivati al peggio, la colpa è sempre di altri. Noi intanto, indifferenti giudichiamo.
 
Le elezioni regionali in Sicilia hanno riservato dati inattesi e rilevanti, la lettura di tali dati è stata curata con estrema attenzione dai politologi, ovviamente dai responsabili dei partiti e per finire, l'ultima ma non meno importante, l'hanno fornita tutte le testate giornalistiche attraverso illuminati editoriali. Sono solito distinguermi nel fornire chiavi di lettura diverse dal coro, riguardo la politica italiana e la sua storia, tentando di offrire visioni più ampie, spesso non di più ampio respiro, ma piuttosto, soffocanti. Non mi esimerò anche oggi nell'esprimermi riguardo la voce maggiormente esplorata ed interpretata che non è il forte risultato degli adepti di Grillo, ma piuttosto l'allarmante astensionismo che viene da tutti scampanellato come distacco da parte della gente nei confronti della politica. Le elezioni in Italia non sono mai state lo specchio del voto libero del popolo, hanno ahimè sempre risentito di un flusso od influsso proveniente da oltreoceano e la Sicilia viene considerata dai commentatori la cartina di tornasole di ciò che potrebbe avvenire a livello nazionale. Proviamo per un attimo ad immaginare il prossimo futuro politico della nostra nazione, ci accorgiamo per la prima volta, che ci troviamo di fronte ad uno scenario talmente colmo di incognite tale da non consentirci un pronostico. Ciò che è avvenuto in Sicilia potrebbe esattamente rispecchiare questa forte e significativa pausa di riflessione che non si è presa il popolo, ma bensì la "mafia". Sappiamo tutti di quanto potere possa godere la mafia ed ancor di più nella propria terra ed è per questo che la percentuale dei votanti, scende addirittura sotto il 48%! Non ci sono ancora indicazioni definitive su quanto avverrà in Italia e così, nel frattempo riflettono e non si schierano e lo fanno come al solito con grande cognizione di causa, non ha importanza astenersi ora per decidere poi, meglio non schierarci oggi per perdere la scommessa di domani. Sarà comunque molto facile tra pochi mesi buttare le reti in quella minuta maggioranza ad orologeria che si è venuta a creare e pescare di frodo come sempre. Mi torna alla mente un vecchio sceneggiato tratto da un libro di Cronin, quando negli anni '60 la Rai non era quella delle fiction, è stato lo sceneggiato che ho amato di più: "E le stelle stanno a guardare".
 
Di M. Cazora  28/10/2012, in Parole senza deferenza (580 letture)
Sto per dire qualcosa che tutti troveranno folle: la condanna di Berlusconi, è stato un grandissimo favore a Berlusconi. Cerco di spiegarne il perché, oggi l'uomo ormai volontariamente e forzatamente defilato, può tornare a gridare al complotto ed altrettanto è concesso a tutta la sua parte politica. L'uomo non andrà mai in carcere, anche in caso di sentenza definitiva e lo sappiamo, però continuando sulla via del martirio è sempre pronto a giustificare le sue "non malefatte". Un uomo che ha frodato il fisco per decine di milioni di euro ci ha governato per quasi 20 anni (neanche in sudamerica). Nessuno però si è accorto di quanto successo abbia salvato lui, la sua famiglia e la sua azienda, hanno assolto Fedele Confalonieri, la vera anima del gruppo Mediaset e non solo. La sua assoluzione (scandalosa), poiché tutto passa attraverso le sue sporche mani lo ha salvato da un arresto certo, che avrebbe condotto non solo la società, ma anche le altre collegate, come ad esempio Mondadori, nel baratro senza fine ed avrebbe sancito il fallimento dell'impero berlusconiano. Ma il buon Fedele, oltre ad esser un cane fedele, è un uomo di immenso ed oscuro potere, la sua forza è tanto grande da rendersi simpatico perfino alla "sinistra", uno dei motivi che hanno portato l'Ulivo a non fare una legge sul conflitto di interessi. Mediaset ringrazia vivamente i magistrati per il lavoro svolto e il Pdl può ancora una volta sentirsi legittimato a gridare all'orrore della magistratura, orrore che grido anche io ma per motivi diversi. Ancora una volta, evviva il consociativismo, ma bravi gli attori, protagonisti e comparse, a mettere in scena una grande piece politico-teatrale.
 
Di M. Cazora  08/06/2012, in Parole senza deferenza (624 letture)
per distruggere l'euro, questo è stato da sempre il disegno americano, che non voleva rinunciare al monopolio storico del dollaro nel mondo. Una moneta potenzialmente forte come quella europea, avrebbe rotto equilibri atavici e sconvolto l'economia mondiale, ridimensionando gli Stati Uniti e dando vita ad una nuova potenza, che avrebbe potuto e dovuto essere dirompente su tutti i mercati internazionali. Attraverso il 11/07/2001, hanno trasformato il mondo, distraendolo da ogni altro pensiero che non riguardasse una falsa vendetta, questo gli ha permesso di far morire sul nascere il progetto di un eventuale nuova entità che avrebbe potuto portare il nome di Stati Uniti d'Europa (immaginatene la potenza). Ora mi domando come mai Obama può permettersi di dare direttive all'Europa, è forse il nostro presidente? Se si permettesse di dare indicazioni simili ad uno dei suoi stati confederati, il Governatore di turno lo piglierebbe a calci, ma noi glielo concediamo, come mai?
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13
 


Rubriche

Parole senza deferenza
Quello che gli altri non ci vogliono dire
di M. Cazora

La finestra sul cortile
Piccolo osservatorio su misteri e misfatti di ieri, oggi, domani
di R. Di Giovacchino

Buy@Me
Accattatevillo! Usi ed abusi di marketing e comunicazione
di M. Castronuovo









Archivio
< luglio 2019 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             



Ultimi commenti
Denese
23/08/2018 @ 14:02:49
Di Thao
porn clips
13/08/2018 @ 12:26:23
Di Lesley
https://www.cialispascherfr24.com/cialis...
13/06/2018 @ 14:41:02
Di Neil